Gioca Casino

Benvenuti nel mondo dei giochi da casino online

Gioca Casino: la guida ai casino online più sicuri e dalla grande varietà di giochi


La sala da giochi di Bagni di Lucca

A Bagni di Lucca, splendida cittadina immersa nel verde della stupenda Toscana, esiste una sala da giochi che può tranquillamente fare invidia ai quattro casinò italiani. Anzi, a dirla tutta in realtà questa sala da giochi di Bagni di Lucca ha una storia e un fascino che non sfigurano davanti alla storia dei più famosi casinò europei.

CASINO ONLINE SICURI
Casinò Online Bonus % Bonus Recensione Gioca Ora
All Slots Casino 100% 5.600€ solo per gioca-casino Recensione
All Jackpots Casino 100% 4000€ Recensione

Sala da giochi di Bagni di Lucca: cenni storici

La città di Bagni di Lucca può fregiarsi di un piccolo record: qui, infatti, ha avuto luogo la prima casa da gioco sul territorio europeo legalmente autorizzata da un magistrato della Repubblica di Lucca.

Dunque parliamo ormai del lontano 1700, epoca in cui molti dei casinò oggi più affermati neppure avevano visto la luce. Il vero successo del casinò dei Bagni di Lucca si deve però alla famiglia dei Borbone e in particolare a Maria Luisa di Borbone.

Fu lei, nel 1819, che espresse la volontà di regolarizzare il gioco al casinò dei Bagni di Lucca. Poco meno di vent’anni più tardi, precisamente il 6 ottobre del 1837, Carlo Ludovico di Borbone incarica un architetto di Parigi di edificare una costruzione a Ponte Serraglio, costruzione che sarebbe dovuta diventare il nuovo casinò.

Fu così che ebbe vita il Casinò Reale di Ponte a Serraglio, uno splendido complesso a sei semicolonne ioniche con quattro enormi pilastri in ciascuno dei quattro angoli.

La costruzione, imponente e stupenda, fu eretta accanto al fiume Lima e naturalmente vi campeggiava lo stemma della casata reale dei Borbone. Gli avventori potevano rimanere a bocca aperta girando tra la sala delle feste, la sala da gioco del Pavone, la sala del biliardo, la sala delle signore o la sala del caffè. Dopo 9 anni di gestione Mathis il Casinò passa di nuovo alla famiglia Borbone, ma la gloria ben presto svanisce.

Il casinò si chiude definitivamente nel 1953. Nel 1981 il sindaco tentò di riaprirlo, sfidando la legge, ma il gioco durò poco meno di un’ora: il tempo necessario all’intervento della polizia, che chiuse di nuovo i battenti del casinò.

La sala da giochi di Bagni di Lucca oggi

Da poco più di un anno la sala da giochi di Bagni di Lucca ha riaperto, stavolta senza infrangere le leggi. Si tratta di una sala Kursaal che mette a disposizione dei giocatori tutti i più famosi giochi da casinò in versione elettronica: dalla roulette al blackjack, passando per le slot machine, alla sala da giochi di Bagni di Lucca sembra di stare in un vero casinò.

Ci sono anche i tavoli da poker, anche se le norme vigenti per ora impediscono il gioco di poker dal vivo. Molto affascinante la sala che ospita un’esposizione dei giochi d’azzardo di una volta, come il biribisso e la faraona: un tuffo nella storia dei giochi e nella loro evoluzione. Se vi trovate a passare da quelle parti e amate il gioco vale davvero la pena fare un salto nella sala da giochi di Bagni di Lucca.

Il casinò di Sanremo 18038
Il casinò de la Vallée a Saint Vincent 11027
Il casinò di Venezia 30121
Il casinò di Campione d’Italia 22060
I questionari sui giochi
Giochi di carte italiani
Ultime notizie